• Antonella Sportelli

Aforismi sulla maschera - Autori vari

Aggiornato il: feb 27



Aforismi e citazioni sulle maschere appartenenti ad autori vari. Parole che sono state d'ispirazione per le mie produzioni di maschere artistiche ed artigianali.




Volto in Maschera



"Perché si battono tanto per mascherare quello che sono? O forse diventano quello che sono realmente quando indossano la maschera?"

Mr. Robot, Seconda stagione, episodio 2



"A volte, la mia maschera prende il controllo."

Mr. Robot, Seconda stagione, episodio 2



"C'è una maschera per la famiglia, una per la società, una per il lavoro. E quando stai solo, resti nessuno."

Luigi Pirandello



"L'uso, comune a tutte le lingue europee, della parola persona per indicare l'individuo umano è, senza saperlo, pertinente: persona significa, infatti, la maschera di un attore, e in verità nessuno si fa vedere com'è; ognuno, invece, porta una maschera e recita una parte."

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851



"È secondario che il pazzo sia simulatore. È secondario che l’artista sia pazzo. Chiunque viva sotto una maschera, è la maschera quella con cui abbiamo a che fare e che va giudicata."

Francesco Burdin, Nuovi frammenti di un mondo in bilico, 2013



"Il romanzo meraviglioso nasce dalla capacità del romanziere di interpretare le maschere degli uomini attraverso la sua maschera-psiche per farne i volti dei suoi personaggi."

Aldo Busi, Manuale del perfetto Papà, 2001



"Il volto è servile e servizievole, la maschera è dispotica e intransigente. Il volto ti viene dato, e si esprime su un unico piano orizzontale; la maschera si impone, ed è verticistica anche quando sempre piana."

Aldo Busi, Manuale del perfetto Papà, 2001



"La vita, qua, schiaccia il piede a uno; cava là un occhio a un altro... Gamba di legno, occhio di vetro, e avanti! Ciascuno si racconcia la maschera come può -- la maschera esteriore. Perché dentro poi c'è l'altra, che spesso non s'accorda con quella di fuori. E niente è vero!"

Luigi Pirandello, L'umorismo, 1908/20



"Senza dubbio è spaventoso quando si scopre per la prima volta la maschera sotto la quale si appare."

Nietzsche, Al di là del bene e del male


"Ogni volto è stato anch'esso, in un tempo vicino o lontano, plasmato con la pasta di una maschera; la persona che non vuole prenderne atto semplicemente inganna se stessa."

Alessandro Pizzorno, Sulla maschera. 1952



"Nella lingua dei Dagon, maschera si dice imina, che significa: ciò che cattura e fissa il nyama, come mana, l'essenza, l'anima, la potenza di ogni cosa ...

Piu vicino a noi, in latino, larva, vuol dire sia "spettro" sia "maschera". Quanto all'etimologia dell'altro termine designante la maschera, persona, abbandonata quella a cui si è creduto a lungo, da personare ("risuonare attraverso"), la si cerca ora nell'etrusco (si sa che l'etrusca era una civiltà in cui si era molto diffuso l'uso della maschera). Probabilmente da φερσν che non è accertato cosa volesse dire, ma che si legge in una iscrizione sepolcrale (sulla Tomba degli Auguri, a Tarquinia), fra una testa mascherata e un uccello che esce dalla bocca del defunto. L'ambiguità è significativa: fra anima del morto e maschera. In ogni caso, in piena latinità, la parola persona serve ancora a designare le anime dei morti, specialmente nelle formule di esecrazione, in perfetta coerenza con la credenza latina che i morti sopravvivessero come maschere."

Alessandro Pizzorno, Sulla maschera, 1952



"Ci guardiamo in volto e abbiamo rapporti reciproci come maschere con maschere, giacché non sappiamo chi siamo; - ma come maschere che non conoscono neppure se stesse."

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851



"Verso la fine della vita interviene una situazione, analoga a quanto si verifica verso la fine di un ballo mascherato, quando vengono tolte le maschere. Si giunge ora a vedere chi siano stati veramente coloro con cui si è venuti a contatto durante la propria vita. I caratteri infatti si sono manifestati, le azioni hanno portato i loro frutti, le creazioni hanno ricevuto il loro giusto apprezzamento, e tutte le immagini ingannevoli sono scomparse."

Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851



"In ogni situazione ciascuno assume un contegno e un atteggiamento esterno per sembrare come vuole che lo si creda. Perciò si può dire che il mondo è composto soltanto da maschere." François de La Rochefoucauld, Massime, 1678



45 visualizzazioni

Sede: Conversano, Puglia, Italia.

Tel.: +39 3351586911

Continuando la  navigazione acconsenti all'utilizzo di cookie.  Info dettagliate nel check out.