top of page
  • Immagine del redattoreAntonella Sportelli

Constable - La Cattedrale di Salisbury

Aggiornamento: 14 ago


Constable - La Cattedrale di Salisbury. Breve storia e analisi dell'opera.


Nell'estate del 1822, il pittore John Constable si trova nel sul dell'Inghilterra, a Salisbury, qui riceve una commissione da parte dell'arcidiacono, e amico, John Fisher per la realizzazione di un dipinto che contenga la cattedrale. Constable accetta l'incarico e realizza, en plein air, uno splendido quadro dalle dimensioni medie e dagli effetti pittorici e atmosferici notevoli. L'opera, tuttavia, non piace. Viene respinta proprio a causa di queste caratteristiche e a causa della presenza di un cielo troppo nuvoloso. Il vescovo desiderava magnificare l'opera architettonica della cattedrale, ma Constable preferiva magnificare la natura contraendo l'edificio religioso tra alberi e nuvole.


Il pittore si adopera in una seconda esecuzione dello stesso soggetto, per soddisfare l'amico, ma a scapito dell'opera, della sua forza e delicatezza, e a scapito dell'originalità. Il primo dipinto, quello che potete ammirare qui sotto, è decisamente di grado superiore.



Constable - La Cattedrale di Salisbury.

AUTORE: John Constable.

TITOLO: La Cattedrale di Salisbury.

DATA: 1823.

COLLOCAZIONE: Victoria and Albert Museum, Londra.

MISURE E TECNICA: Olio su tela, cm. 87,6 x 111,8.


cattedrale di Salisbury dipinto di Constable 1823
John Constable - La Cattedrale di Salisbury

IL TEMA


Il tema dell'opera non è tanto la cattedrale di Salisbury, quanto la natura che circonda la stessa. Il contrasto tra le forme pur slanciate ed eleganti della cattedrale sullo sfondo, e quelle articolate e vibranti dei due alberi in primo piano che l'incrociano come un arco gotico è evidente. In nessuna delle altre versioni della cattedrale poi eseguite, Constable riesce a raggiungere le trasparenze, la profondità, gli effetti atmosferici e pittorici di questa veduta. La natura diventa, come accennato, protagonista.


In primo piano vi sono gli alberi che incrociano il profilo della cattedrale, vere e proprie quinte, e il taglio dell'ombra che, avvolgendo lo stagno, ritaglia la striscia illuminata del prato che introduce all'edificio; e poi, in secondo piano l'architettura della chiesa, resa nei dettagli messi in evidenza dalla luce, e infine, lo sfondo del cielo. L'alta guglia non è al centro del quadro ma spostata lievemente sulla destra, tra gli alberi disposti in profondità, in modo da evitare fastidiosi effetti di simmetria. L'eleganza dell'edificio gotico rimane, ma ha meno impatto visivo rispetto al resto.


Infine, Constable riesce a raggiungere, con l'accostamento dei toni verdi e marroni degli alberi e del prato in ombra e quelli bianchi, azzurri e ocra dell'edificio, sui verdi del prato in luce e sui bianchi azzurri del cielo nuvoloso, uno straordinario effetto di "vicino - lontano", di ombra e luce, soprattutto di luminosità e di atmosfera cristallina.


CONCLUSIONI


John Constable è un importante esponente della pittura di paesaggio inglese e, pur essendo di epoca romantica e contemporaneo di un pittore paesaggista viscerale e quasi astratto come William Turner, si distanzia da queste tematiche proponendo temi romantici e naturalistici più ispirati a sentimenti di serenità ed equilibrio.


Approfondimenti sui paesaggisti romantici.


Il Romanticismo e il paesaggio.



8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page